Categoria: News

Ieri il Consiglio dei Ministri, appositamente convocato, ha deliberato l’assenso a porre la questione di fiducia sul disegno di legge recante disposizioni in materia di sicurezza pubblica, attualmente all’esame della Camera dei Deputati. Successivamente alla riunione del Consiglio dei Ministri, il ministro dell'Interno ha illustrato la situazione in una conferenza stampa (link).
La fiducia sui tre maxiemendamenti al disegno di legge verrà posta martedì 12 maggio per essere votata mercoledì 13 maggio (link). Previsto invece per giovedì 14 maggio, con diretta televisiva, il voto finale sul provvedimento. La prima bozza 'Pacchetto Sicurezza' era stata illustrata quasi un anno fa, il 21 maggio 2008 (link)  , dal ministro dell'Interno Maroni nel corso di una conferenza stampa che ha fatto seguito al primo Consiglio dei ministri del IV Governo Berlusconi riunito, in via straordinaria, nella prefettura di Napoli.

Sull'argomento:

  • il commento a prima lettura di Paolo Bonetti pubblicato sul sito dell'ASGI
  • Comunicato congiunto delle associazioni (tra cui SIMM)

Lettera aperta di Sergio Briguglio ai Parlamentari

Commenti (0) Visualizzazioni:: 6285

Categoria: News

"Il reato di ingresso e soggiorno illegale mette a rischio l'accesso ad alcuni diritti fondamentali dei migranti, sia adulti che minori". Lo affermiamo noi della SIMM – Società Italiana di Medicina delle Migrazioni - congiuntamente a Amnesty International, Associazione studi giuridici sull'immigrazione, Consiglio italiano per i rifugiati, Medici Senza Frontiere, Save the Children e ci appelliamo ai parlamentari affinché stralcino l'art. 21 del ddl 2180 o esprimano voto contrario.
"Le organizzazioni firmatarie - si legge nell'appello - sono fortemente preoccupate dal fatto che i migranti, per timore di essere denunciati con conseguenze di rilievo penale, sarebbero indotti a sottrarsi al contatto con tutti gli incaricati di pubblico servizio, in qualunque ambito, innescando un'allarmante situazione di compromissione dei diritti fondamentali. Il timore di avvicinarsi a ogni tipo di servizio pubblico escluderebbe dall'accesso all'assistenza e ai diritti soprattutto le fasce più deboli della popolazione migrante, quali le vittime di tratta, i minori e le altre persone vulnerabili. Ne sarebbero probabilmente anche colpiti coloro che hanno una situazione di soggiorno regolare ma precaria" conclude l'appello. (ANSA del 6 maggio 2009).
•    Scarica l’Appello del 6 maggio 2009

Commenti (0) Visualizzazioni:: 2061

Categoria: News

Nell’ambito del IV Master in Medicina dell’Emarginazioni, Migrazioni e Povertà (MEMP), giunto al VII Modulo, viene dedicata la mattina del 20 gennaio (Masterday aperto anche ai non iscritti al master MEMP) al ricordo del prof. Serafino Mansueto “maestro di scienza e di umanità”. In particolare Mario Affronti, suo collaboratore da sempre, lo ricorderà riproponendo una lezione di clinica di malattie infettive cara al professore e Marco Mazzetti presenterà una riflessione legata al tema della settimana del master (psicotraumatologia e migrazione) nello stile “umanistico” tipico del prof. Mansueto dal titolo “Il trauma della migrazione: radici, cultura, attualità”.

  • Scarica il programma e la scheda iscrizione Masterday 20.01.09
  • Scarica il programma del VII Modulo MEMP
Commenti (0) Visualizzazioni:: 2317

Ultime News

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link