Categoria: News

 


A seguito dell'adozione del Piano d'azione globale dell'OMS sulla promozione della salute di rifugiati e migranti alla 72° Assemblea mondiale della sanità (maggio 2019), è stato pubblicato in questi giorni il Compendium of the WHO country examples on promoting the health of refugees and migrants, che raccoglie 49 esempi di buone pratiche per l’assistenza sanitaria ai migranti e ai rifugiati, sulla base di contributi volontari degli Stati membri. 
Il rapporto mette in evidenza la collaborazione tra diverse organizzazioni e parti interessate, i modelli di
governance e le lezioni apprese durante l'implementazione delle buone pratiche.


Nel capitolo 3, dedicato alla mission “Promuovere la salute dei rifugiati e dei migranti nelle agende locali e nazionali e promozione di: politiche sanitarie sensibili ai migranti e loro protezione legale e sociale;….”, è stato inserito per l’Italia, come country example, il Progetto Footprints per la formazione del personale sanitario pubblico in materia di piani di coordinamento regionale per la salute dei migranti e l’attuazione di una Conferenza delle Parti. Non sono stati nominati i partner coinvolti.


La SIMM, che ha avuto un ruolo centrale in Footprints, è onorata di vedere riconosciuto il lavoro dei tanti professionisti che hanno fortemente creduto e contribuito alla sua realizzazione.
Il Progetto ha dovuto affrontare varie sfide, comprese diverse risposte e sensibilità a livello regionale, cambiamenti di governo in ambito regionale e lo scoppio della pandemia di COVID. Tuttavia, nonostante le difficoltà di implementazione, l'iniziativa ha dato il via a un processo che continua in diverse regioni. Per questo SIMM ringrazia quanti hanno sostenuto Footprints nella speranza che tale riconoscimento possa essere di ulteriore stimolo per continuare nel costante lavoro di promozione e tutela della salute delle persone migranti.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 851

Categoria: News

 

In Sicilia sono seicento i bambini stranieri senza permesso di soggiorno iscritti alla pediatria di libera scelta. Un traguardo tagliato grazie anche alla battaglia portata avanti dal GrIS Sicilia, che ribadisce il diritto sancito dalla Costituzione di garantire assistenza sanitaria a tutti gli esseri umani. Il naufragio di Cutro sta insegnando al mondo intero quanto sia importante offrire a tutti prestazioni mediche di qualità.

Un'intervista ad Emanuela Petrona Baviera, referente GrIS Sicilia e componente del Consiglio di Presidenza SIMM, su vita.it.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 807

Categoria: News

 

La Giornata Mondiale del Rene (GMR)[1] si celebra il 2° giovedì di Marzo dal 2006. Quest’anno cade il 9 Marzo che che è anche una data storica per la Nefrologia: il 9 Marzo 1960 Clyde Shields è diventato il primo paziente trattato con emodialisi intermittente sul lungo periodo a Seattle, Washington[2].

Oggi, 195 milioni di uomini e donne in tutto il mondo devono convivere con malattie croniche renali per le quali non esiste ancora una cura definitiva[3].

Le malattie renali sono silenziose e caratterizzate da lenta evoluzione, quindi possono essere misconosciute. La giornata ha lo scopo, oltre che di identificare soggetti potenzialmente affetti da nefropatia, soprattutto di informare e sensibilizzare la popolazione in merito alle nefropatie stesse, spesso silenti e diagnosticate in ritardo.
L'iniziativa si rivolge a tutta la popolazione, con particolare riguardo alle persone con fragilità sociale, esposte a maggior rischio di ritardo diagnostico e mancato accesso alla cure.

E qui entra in gioco la SIMM: quest’anno in linea con le indicazione della FIR (Fondazione Italiana del Rene) ed in virtù dell'iniziale collaborazione fra i gruppi regionali della stessa FIR ed i GrIS (Gruppi Regionali Immigrazione Salute) della Società Italiana di Medicina della Migrazioni (SIMM) si svolgeranno attività rivolte ai soggetti immigrati, senza dimora ed in condizione di fragilità sociale.
Segnaliamo, in particolare,
- l’avvio di uno screening strutturato con misurazione della pressione ed esame urine mediante stick presso gli ambulatori Caritas di Lodi (GrIS Lombardia) e di Roma (Ambulatorio di Via Marsala – GrIS Lazio)
- l’invito rivolto al Terzo Settore del territorio di pertinenza dell’ASST di Crema perché accompagni i propri assistiti allo screening del 9/3/2023 presso la stessa ASST (GrIS Lombardia)
- le attività della Rete Salutiamo a cui appartiene anche il GrIS Sicilia.

Confidiamo che questo sia solo l’inizio di una proficua collaborazione.

[1] https://www.worldkidneyday.org/wkd-2023-italian/
[2] The 50th anniversary of long-term hemodialysis: University of Washington Hospital, March 9th,
1960; Christopher R Blagg, J Nephrol. 2011 May-Jun; 24 Suppl 17:S84-8.
[3] https://www.fondazioneitalianadelrene.org/

Allegati:
Scarica questo file (43-Fir_9-Marzo-2023 (1).pdf)43-Fir_9-Marzo-2023 (1).pdf4013 kB
Commenti (0) Visualizzazioni:: 1086

Ultime News

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link