Pubblicata LG “Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia"

Categoria: News

 

Nell'ambito del Programma Nazionale Linee Guida Salute Migranti che vede la collaborazione tra la Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM), l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) e l’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e il contrasto delle malattie della povertà (INMP) per l'elaborazione di raccomandazioni evidence-based sulla salute della popolazione migrante, è stata realizzata la linea guida “Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia.

La linea guida è rivolta ai decisori e agli operatori socio-sanitari e presenta indicazioni per il controllo della tubercolosi tra gli immigrati, a fronte dell’incertezza e della variabilità delle pratiche adottate nei diversi contesti regionali e locali, per migliorare l’appropriatezza clinica e organizzativa, nonché l'efficienza, degli interventi di prevenzione, identificazione precoce e trattamento della malattia tubercolare e dell’infezione tubercolare latente.

Il documento di indirizzo è stato prodotto seguendo la metodologia utilizzata dal Sistema Nazionale Linee Guida dell’ISS, tenendo conto delle evidenze disponibili nella letteratura scientifica a livello nazionale e internazionale. Alla stesura del testo hanno partecipato un gruppo di lavoro interistituzionale, con l’obiettivo di selezionare, valutare e sintetizzare la letteratura disponibile, e un panel multidisciplinare di esperti che ha contribuito a formulare le raccomandazioni finali.

Le raccomandazioni proposte riguardano:

  • le strategie efficaci per migliorare l’accessibilità dei servizi sanitari da parte degli immigrati;
  • le strategie indicate per l’identificazione precoce della malattia tubercolare nella popolazione immigrata;
  • le strategie indicate per l’identificazione dell’infezione tubercolare latente nella popolazione immigrata (screening);
  • le strategie indicate per incrementare l’aderenza al trattamento e il completamento del follow up per la malattia tubercolare e per l’infezione tubercolare latente nella popolazione immigrata;
  • le condizioni per le quali è indicata l’offerta della vaccinazione antitubercolare ai minori immigrati.

Questa è la seconda linea guid prevista dal programma delle tre istituzioni e segue le linee di indirizzo sui controlli sanitari alle frontiere.

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subjected to administrator's moderation.
  • No comments found

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link