P-ACT: Prevenzione e contrasto delle MGF: un approccio plurale alla tutela delle minori migranti

Categorie: News Formazione

Formazione a Distanza in modalità asincrona

Percorso formativo a distanza che suggerisce un approccio integrato alle MGF, concentrandosi su tutto il sistema in cui questa pratica nasce e si riproduce, e che promuove un approccio di PREVENZIONE che tenga in considerazione i SISTEMI SANITARI, il CONTESTO GIURIDICO, il CONTESTO COMUNITARIO e le RELAZIONI DI AIUTO.

Non ci sono ragioni medico sanitarie alla base delle mutilazioni genitali femminili. La pratica è stata riconosciuta dalle Nazioni Unite come “un irreparabile e irreversibile abuso” ed è stato definito un atto che viola i diritti umani di donne e bambine sul piano della salute e del diritto all’integrità. Per proteggere le bambine, anche i Paesi dove questa pratica è diffusa hanno emanato leggi e promosso iniziative di sensibilizzazione. Recentemente, la mobilitazione internazionale contro la mutilazione genitale ha coinvolto anche i Paesi europei destinatari dei flussi migratori femminili. L’Italia, nel 2006, si è dotata di una legge che vieta ogni tipo di pratica.
In questi anni, in Europa, il tema delle mutilazioni genitali femminili ha alimentato stereotipi e acceso discussioni. Nell'incontro con le donne portatrici è dunque importante che gli operatori sociosanitari siano formati non solo al riconoscimento tecnico di esse, ma anche riguardo alle aree di diffusione delle pratiche di MGF, ai significati antropologici e culturali di esse nei contesti di origine, agli strumenti di tutela legale così come agli approcci relazionali con le donne portatrici che incontrano nei contesti di servizio.
L’impegno scelto è quello di sostenere e rafforzare l’approccio che tutela il “VALORE DELLA RAGAZZE” (value of the girls approach) con la consapevolezza che per cambiare una tradizione bisogna iniziare dal cambiare il pensiero di chi la porta avanti da secoli.


L’obiettivo di questa  formazione è quello di SOSTENERE, in questo quadro, il ruolo e le competenze dei professionisti della salute come catalizzatori nell’attivazione dei processi di empowerment.

La formazione è composta da 3 MODULI:
- CONOSCERE LE “MGF”
- LE STRATEGIE PER IL CONTRASTO ALLE “MGF”
- PRESA IN CARICO E RELAZIONE TERAPEUTICA CON LE DONNE

L’evento FAD ASINCRONA 2007- 365835 con obiettivo formativo n° 8 è stato accreditato ECM per n°400 partecipanti per le seguenti professioni e discipline: MEDICO CHIRURGO (tutte le discipline); BIOLOGO; PSICOLOGO; ASSISTENTE SANITARIO; FISIOTERAPISTA; EDUCATORE PROFESSIONALE; INFERMIERE; INFERMIERE PEDIATRICO; LOGOPEDISTA; OSTETRICA/O; TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA; TECNICO DELLA NEUROFISIOPATOLOGIA; TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA’ DELL’ETA’ EVOLUTIVA; TERAPISTA OCCUPAZIONALE.
Il Provider Qiblì srl (ID n. 2007) ha assegnato a questo evento n° 4,5 crediti formativi validi per il triennio formativo 2020 - 2022.

 

PER ISCRIVERTI

CLICCA QUI

Leave your comments

Post comment as a guest

0
Your comments are subjected to administrator's moderation.
  • No comments found

Ultime News

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link