Corso “La salute del bambino migrante: esperienze clinico-assistenziali e lavoro di rete”

Categorie: Formazione Eventi in collaborazione

 

Il Gruppo di Lavoro Nazionale per il Bambino Migrante, in occasione del 74° Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria– SIP, organizza a Roma il 13 giugno 2018 un Corso Pre-Congressuale dal titolo "LA SALUTE DEL BAMBINO MIGRANTE: ESPERIENZE CLINICO-ASSISTENZIALI E LAVORO DI RETE”. L’obiettivo è confrontarsi sul tema dell’accoglienza sanitaria, in particolare per quei bambine/i e ragazze/i che vengono da un percorso migratorio recente, ma non necessariamente. Il tutto verrà affrontato con la volontà di rileggere ed eventualmente revisionare le Indicazioni GLNBM SIP (2013), alla luce delle più recenti linee guida e raccomandazioni nazionali e internazionali e dell’esperienza di questi ultimi anni rispetto ai cambiamenti osservati nei flussi migratori (in termini di numeri, percorsi, persone, ecc.).

Vista la collaborazione, oramai ultradecennale con la SIMM, in percorsi di formazione, attività di ricerca e quindi di advocacy per il diritto alla salute senza esclusioni, il Prof. Maurizio Marceca ( Roma) dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma introdurrà il corso, mentre a seguire Lia Marrone (Roma), collega infettivologa dell’INMP, presenterà il lavoro svolto nell’ambito del Programma Nazionale Linee Guida Salute Migranti INMP-ISS-SIMM, ed in particolare le due LG già pubblicate: 1) “I controlli alla frontiera” o meglio, cambiando prospettiva, “La frontiera dei controlli”; 2) “Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia”. Quindi, Mauro Zaffaroni (Novara), Pediatra Neonatologo, Past-Segretario del Gruppo, affronterà il tema delle adozioni internazionali per quel che riguarda l'accoglienza socio-sanitaria che, attraverso la rete dei Centri di riferimento distribuiti su tutto il territorio nazionale, viene realizzata nelle diverse fasi del percorso adottivo a supporto delle famiglie adottive, oltre che delle Istituzioni di riferimento.

 A seguire, verranno affrontate le vulnerabilità psico-sociali che purtroppo sempre di più vengono segnalate nei percorsi di accoglienza e assistenza in Italia … siano essi nati in Italia, oppure migrati con i propri genitori, figli di richiedenti asilo e rifugiati, oppure bambini delle adozioni internazionali e ancora minori non accompagnati oppure figli di genitori senza regolare permesso di soggiorno o figli di rom e sinti. Ce ne parleranno il Prof. Stefano Vicari, OPBG (Roma), per quel che riguarda le problematiche della sfera neuropsichiatrica infantile. Mentre per la questione che rimane sempre aperta, nonostante la Legge 47/2017 sul sistema di accoglienza dei MSNA in Italia (nota anche Legge Zampa), sulla determinazione dell’età con approccio olistico multidisciplinare, avremmo chiesto un contributo congiunto al Prof. Raffaele Virdis (Parma) e alla Dott.ssa Maria Chiara Monti (Palermo), rispettivamente pediatra auxologo ed etnopsicologa. Essi rappresentano due delle figure della famosa equipe multidisciplinare, che si completa con il mediatore culturale e l’assistente sociale, secondo quanto raccomandato nel Protocollo approvato dalla Conferenza delle Regioni e Province Autonome del Marzo 2016, purtroppo non ancora dalla Conferenza unificata Stato-Regioni, e quindi non applicato in tutte le regioni Italiane se non con una estrema eterogenietà negli interventi previsti.

Infine, il confronto su alcuni casi clinici con una metodologia di tipo interattivo favorirà ulteriore scambio nell’ambito dell’esperienza clinico-assistenziale maturata nei diversi territori nell’accoglienza sanitaria del bambino migrante il cui superiore interesse del minore prevale in ogni circostanza.

Per ulteriori informazioni www.sip.it, www.glnbi.org. Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Sede: Angelicum Congress Centre – Università Pontificia San Tommaso d’Aquino

Roma - Largo Angelicum n. 1

 

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link