Formazione

Sin dalla sua istituzione, diversi soci SIMM si sono impegnati nell’ambito della formazione sui temi collegati alla salute dei migranti; per un lungo periodo di tempo tali iniziative sono rimaste però disgiunte e spesso conosciute solo in ambito locale, e in quanto tali poco valutabili su scala nazionale dal punto di vista quantitativo e qualitativo.
In occasione del Congresso di Lampedusa del 2004, si è sentita però l’esigenza di iniziare a ragionare su quali dovessero essere i contenuti e le metodologie basilari propri di un corso di formazione di base, anche per avere criteri di riferimento da utilizzare in caso di richiesta di patrocinio della SIMM da parte di soggetti esterni.
Una ricerca commissionata dal Ministero della Salute/CCM e condotta negli anni 2008-2010 dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università Sapienza di Roma, ha permesso di effettuare un primo censimento ed una caratterizzazione degli oltre 2.000 eventi formativi svolti in Italia su questi temi nel periodo 2002-2008.
Contestualmente, il progetto ha ripreso ed aggiornato le Raccomandazioni SIMM del 2004 in un documento dal titolo “Indicazioni metodologiche relative alla Formazione degli operatori sociosanitari”, che è stato formalmente sottoscritto, oltre che dalla SIMM, da 13 regioni italiane.
Negli anni 2011-2012, in occasione del rinnovo dello Statuto e del relativo Regolamento di attuazione - che, all’art.9, disciplina le attività di ‘Promozione o gestione di eventi formativi’ - la SIMM ha riconosciuto nella ‘formazione’ una dimensione strategica su cui investire, nella stessa ottica di promozione della salute degli stranieri su cui era già tradizionalmente impegnata. La qualità degli operatori della salute - intesa sia come preparazione professionale e competenza operativa che come approccio ed attitudine alla relazione - è infatti uno strumento essenziale per una adeguata risposta ai bisogni delle persone immigrate.
In tale direzione (e per avere maggiore visibilità come Società scientifica impegnata nella formazione), la SIMM si è quindi impegnata a formalizzare il proprio ruolo di Ente formatore autonomo ottenendo, nel dicembre 2012, il riconoscimento provvisorio come Provider nazionale ECM; nell’agosto del 2015, sono state ultimate le pratiche per la richiesta del riconoscimento ‘standard’, che si aspetta imminente.
In questi quattro anni, sotto il coordinamento del ‘CTF’ (Comitato Tecnico per la Formazione) e con il supporto della sua segreteria, la SIMM – sulla base delle proposte pervenute dai soci - ha presentato annualmente i propri ‘Piani formativi’ e rendicontato, ad ogni fine anno, gli esiti degli stessi. Tale percorso ha visto una progressiva articolazione tematica e diffusione geografica delle iniziative di formazione e aggiornamento (inizialmente concentrate in alcune regioni), nonché un progressivo coinvolgimento dei GrIS. Si auspica quindi di consolidare l’impegno formativo della SIMM e promuovere sempre più il confronto delle esperienze, la conoscenza delle buone pratiche e la sperimentazione di approcci innovativi.

Chi siamo:
Comitato Tecnico per la Formazione (CTF): Elisabetta Cescatti, Cinzia Gradellini, Claudia Gandolfi, Alessandro Rinaldi, Graziella Sacchetti, Maria Laura Russo (Responsabile nazionale per la Formazione)
Segreteria della Formazione: Emma Pizzini
Responsabile della qualità: Michele Loiudice

Categorie: Formazione GrIS Marche

Si informa che sono aperte le iscrizioni per il corso di formazione:

“Diseguaglianza nelle diseguaglianze. La donna profuga emigrante: aspetti medici, sociali e psicologici”

20 e 21 giugno 2016

Biblioteca Comunale Antonelliana - Via Ottorino Manni, 1 - Foro Annonario - Senigallia (AN)
Organizzato da Società Italiana di Medicina delle Migrazioni S.I.M.M.
In collaborazione con GrIS Marche

OBIETTIVI SPECIFICI:

  • Acquisizione competenze tecnico – scientifiche Individuazione degli indirizzi, degli interventi e delle metodologie appropriate miranti a garantire percorsi di tutela sanitaria specifici a varie tipologie di persone migranti potenzialmente vulnerabili (richiedenti asilo e rifugiati, vittime di tortura, bambini), anche nell'ambito di una più generale funzione di advocacy e di contrasto alle diseguaglianze.
  • Acquisizione competenze di processo Conoscenza dei fattori socio-economico-culturali che possono influenzare l’accessibilità, accettabilità e aderenza alle cure proposte. Approfondimento delle modalità di coinvolgimento delle comunità nei processi di salute.
  • Acquisizione competenze di sistema Conoscenza della rete di soggetti che cooperano, con diversi approcci, all'accoglienza dei migranti e all'organizzazione d’interventi socio sanitari finalizzati al loro benessere e alla loro integrazione, con particolare riferimento alle reti territoriali in un’ottica di sussidiarietà orizzontale.

Destinatari e numero massimo partecipanti 60

Tutte le Professioni sanitarie (Dirigenti medici, Psicologi, Infermieri, Assistenti sanitari, Ostetriche, etc. etc.).
Altre professioni: Personale amministrativo, Assistenti sociali ed altri operatori sociosanitari delle strutture pubbliche, del privato sociale no-profit e del volontariato.
Operatori dei Progetti SPRAR

Accreditamento ECM: 14,5 (Quattordici/5) crediti ECM per tutti le professioni sanitarie partecipanti.
L'evento ha ottenuto l’accreditamento presso il Consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Marche che ha conferito 15 (Quindici) crediti formativi per gli/le assistenti sociali.

MODALITÀ D’ISCRIZIONE

La domanda può essere scaricata in cartaceo dal sito SIMM, compilata, firmata e trasmessa per e-mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) alla Segreteria Organizzativa, entro il 17/06/2016.
S’intende ammesso a partecipare solo chi ne riceve comunicazione (sono ammesse sostituzioni da parte dei partecipanti).
La partecipazione all'Evento è soggetta alla disponibilità di posti. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico fino al raggiungimento dei posti disponibili.
L’iscrizione s’intende perfezionata con il pagamento della quota di partecipazione.
La quota d’iscrizione all'Evento è di: € 30,00 euro per chi non richiede i crediti formativi e per gli/le assistenti sociali; 40,00 euro per tutte le figure sanitarie che richiedono i crediti formativi ECM.
La quota comprende: attestato, materiale didattico, pause caffè.
L’iscrizione non sarà ritenuta valida fino al versamento della quota d’iscrizione tramite Bonifico bancario sul c/c intestato a Società Italiana di Medicina delle Migrazioni presso BANCA popolare ETICA CODICE IBAN IT61P0501804600000000142616, causale ‘Iscrizione Evento GrIS Marche – giugno 2016 (Cod. ID Evento:  2045 – 162850 Ed. 1)

Categorie: Formazione GrIS Friuli Venezia Giulia Eventi SiMM

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Scarica questo file (2015.Gorizia.Mod._S13_Rev._1_Programma_Evento_2045-126975_Ed._2_per_diffusione.doc)Programma Evento190 kB
Scarica questo file (2015.Gorizia.Scheda_Iscrizione_-Evento_2045_-_corso__ECM_Med._Migraz._GORIZIA_14_ott..doc)Scheda di Iscrizione39 kB

Categorie: Formazione GrIS Marche Eventi SiMM News

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Scarica questo file (2015.Programma_Evento_GrIS_Marche.pdf)Programma Evento147 kB
Scarica questo file (2015.Scheda_Iscrizione_Evento_GrIS_Marche.doc)Scheda di Iscrizione51 kB

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link