Formazione

Sin dalla sua istituzione, diversi soci SIMM si sono impegnati nell’ambito della formazione sui temi collegati alla salute dei migranti; per un lungo periodo di tempo tali iniziative sono rimaste però disgiunte e spesso conosciute solo in ambito locale, e in quanto tali poco valutabili su scala nazionale dal punto di vista quantitativo e qualitativo.
In occasione del Congresso di Lampedusa del 2004, si è sentita però l’esigenza di iniziare a ragionare su quali dovessero essere i contenuti e le metodologie basilari propri di un corso di formazione di base, anche per avere criteri di riferimento da utilizzare in caso di richiesta di patrocinio della SIMM da parte di soggetti esterni.
Una ricerca commissionata dal Ministero della Salute/CCM e condotta negli anni 2008-2010 dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università Sapienza di Roma, ha permesso di effettuare un primo censimento ed una caratterizzazione degli oltre 2.000 eventi formativi svolti in Italia su questi temi nel periodo 2002-2008.
Contestualmente, il progetto ha ripreso ed aggiornato le Raccomandazioni SIMM del 2004 in un documento dal titolo “Indicazioni metodologiche relative alla Formazione degli operatori sociosanitari”, che è stato formalmente sottoscritto, oltre che dalla SIMM, da 13 regioni italiane.
Negli anni 2011-2012, in occasione del rinnovo dello Statuto e del relativo Regolamento di attuazione - che, all’art.9, disciplina le attività di ‘Promozione o gestione di eventi formativi’ - la SIMM ha riconosciuto nella ‘formazione’ una dimensione strategica su cui investire, nella stessa ottica di promozione della salute degli stranieri su cui era già tradizionalmente impegnata. La qualità degli operatori della salute - intesa sia come preparazione professionale e competenza operativa che come approccio ed attitudine alla relazione - è infatti uno strumento essenziale per una adeguata risposta ai bisogni delle persone immigrate.
In tale direzione (e per avere maggiore visibilità come Società scientifica impegnata nella formazione), la SIMM si è quindi impegnata a formalizzare il proprio ruolo di Ente formatore autonomo ottenendo, nel dicembre 2012, il riconoscimento provvisorio come Provider nazionale ECM; nell’agosto del 2015, sono state ultimate le pratiche per la richiesta del riconoscimento ‘standard’, che si aspetta imminente.
In questi quattro anni, sotto il coordinamento del ‘CTF’ (Comitato Tecnico per la Formazione) e con il supporto della sua segreteria, la SIMM – sulla base delle proposte pervenute dai soci - ha presentato annualmente i propri ‘Piani formativi’ e rendicontato, ad ogni fine anno, gli esiti degli stessi. Tale percorso ha visto una progressiva articolazione tematica e diffusione geografica delle iniziative di formazione e aggiornamento (inizialmente concentrate in alcune regioni), nonché un progressivo coinvolgimento dei GrIS. Si auspica quindi di consolidare l’impegno formativo della SIMM e promuovere sempre più il confronto delle esperienze, la conoscenza delle buone pratiche e la sperimentazione di approcci innovativi.

Chi siamo:
Comitato Tecnico per la Formazione (CTF): Elisabetta Cescatti, Cinzia Gradellini, Claudia Gandolfi, Alessandro Rinaldi, Graziella Sacchetti, Maria Laura Russo (Responsabile nazionale per la Formazione)
Segreteria della Formazione: Emma Pizzini
Responsabile della qualità: Michele Loiudice

Categorie: News Formazione Eventi SiMM

 

Il 5 dicembre 2016 è organizzato a Firenze il corso di formazione "Minori stranieri non accompagnati: modelli di risposta integrata socio-sanitaria" dalla Società Italiana di Medicina delle Migrazioni S.I.M.M. e dal Centro Salute Globale, presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer. Il corso si pone i seguenti obiettivi:

  • analizzare la complessità del fenomeno dei minori stranieri non accompagnati (MSNA), approfondendo le seguenti tematiche: i diritti di cui è portatore il minore straniero non accompagnato secondo la normativa nazionale e internazionale vigente; la regolarizzazione dello status giuridico del minore, nell’ottica di prevenire condizioni di rischio e debolezza; le misure di avvio del minore verso l’autonomia e l’inclusione nel tessuto sociale del territorio nell’ottica del suo superiore interesse;
  • individuare i modelli di approccio utili a costruire interventi capaci di “pensare le differenze”, sia in ambito sanitario e sociale sia educativo, con il fine di potenziare l'efficacia degli interventi stessi, promuovere la costruzione di alleanze con gli altri attori istituzionali del territorio coinvolti a vario titolo, favorire una presa in carico professionale e multidimensionale del minore per un’adeguata assistenza socio-psicologica e sanitaria dal momento della presa in carico e per tutto l’arco temporale dell’accoglienza;
  • conoscere la rete di soggetti che cooperano, con diversi approcci, all'accoglienza dei MSNA e all'organizzazione d’interventi socio-sanitari finalizzati al loro benessere e alla loro integrazione con particolare riferimento alle reti territoriali in un’ottica di sussidiarietà orizzontale.

La SIMM e il Centro di Salute Globale intendono, con questo evento, approfondire il tema dell'accesso al diritto alla salute da parte dei minori stranieri non accompagnati (MSNA) che è particolarmente delicato e cruciale soprattutto nei casi di dubbia minore età, considerato anche che nel corso degli ultimi anni si è assistito a un progressivo aumento dei minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio nazionale e regionale. Si tratta infatti di ragazzi che affrontano il drammatico viaggio migratorio in assenza di adulti di riferimento e che fin dal momento dell’arrivo necessitano pertanto di un’accoglienza e di una presa in carico professionale e multidimensionale.

Sede: Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer di Firenze, Aula Magna

Destinatari

Tutte le professioni sanitarie.

Altre figure professionali: quanti siano interessati alla tematica e a un approccio multidisciplinare

Numero massimo partecipanti: 30

Accreditamento ECM: 8,8 (Otto/8) crediti ECM per tutti i profili sanitari.

Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del partecipante.

 

MODALITA' DI ISCRIZIONE

La domanda può essere compilata online sul sito SIMM, entro il 01/12/2016.

Si intendono ammessi a partecipare solo coloro che ne riceveranno comunicazione (sono ammesse sostituzioni da parte dei partecipanti).

La partecipazione all’Evento è soggetta alla disponibilità di posti. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico fino al raggiungimento dei posti disponibili.

L’iscrizione si intende perfezionata con il pagamento della quota di partecipazione.

La quota di iscrizione all’Evento è di:

€ 45.00 (quarantacinque/00).

La quota comprende: attestato, materiale didattico e coffee break.

Nel caso di cancellazioni si avrà diritto al rimborso dell'importo versato. La disdetta da parte del partecipante dovrà pervenire alla segreteria Organizzativa e Scientifica dell’evento, tramite e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro il 30/11/2016. È possibile la sostituzione dell’iscritto con altro nominativo previa comunicazione entro lo stesso termine all’indirizzo sopra riportato.

Per ogni informazione attinente alla manifestazione, si prega di contattare la Segreteria Organizzativa e Scientifica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 1824

Categorie: News Formazione

LA FORMAZIONE DEI PROFESSIONISTI DELLA SALUTE SUI TEMI DELLA MIGRAZIONE: UN NECESSARIO INVESTIMENTO STRATEGICO DA AFFIDARE A ORGANIZZAZIONI COMPETENTI PER FINI NON COMMERCIALI

In riferimento alle recenti dichiarazioni sull’accoglienza e la cura dei migranti che giungono a Lampedusa la S.I.M.M., Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (Società scientifica fondata nel 1990) condivide e ribadisce l’importanza fondamentale della presenza di professionisti della salute tecnicamente competenti e culturalmente sensibili.
Oltre a essere consapevoli di tale necessità, siamo convinti che solo una formazione continua, con obiettivi formativi specifici, qualificata nei metodi e nei contenuti ed esperta nell'approccio didattico, possa essere il fondamento per una risposta adeguata ai complessi bisogni di salute di cui sono portatori i migranti.
Molti nostri soci sono - da oltre vent'anni - impegnati su tutto il territorio nazionale in attività formative: all’interno delle (e in collaborazione con) le Aziende sanitarie e ospedaliere, nel mondo delle Associazioni e delle Professioni, su mandato del Governo centrale, di Governi locali, in collaborazione con altre Società scientifiche e ONG, nelle Università.
Da diversi anni la S.I.M.M. ha fatto propria una linea strategico-operativa centrata sulla formazione ottenendo, nel 2013, il riconoscimento di Provider ECM nazionale; da allora la nostra Società scientifica ha programmato e svolto formazione accreditata (in assenza di sponsor commerciali), raggiungendo circa 1.200 operatori delle diverse professionalità coinvolte sul tema 'salute' e 'migrazione', con circa trenta diverse iniziative formative.
Sono questi anni di impegno e di esperienza documentata che ci portano a replicare con forza a chi sostiene che in Italia ci sia un “vuoto” nell’ambito della formazione medica sulle tematiche relative alla migrazione.
Nel ribadire il suo impegno culturale e scientifico, la S.I.M.M. invita le Istituzioni competenti, le Organizzazioni del Terzo Settore e le diverse anime della Società civile a vegliare perché un tema così rilevante e delicato sia garantito nella sua qualità tecnico-scientifica e protetto da interessi meramente commerciali.

Comitato stampa

Commenti (0) Visualizzazioni:: 959

Categorie: News Eventi SiMM Formazione GrIS Trentino

Scadenza delle iscrizioni prorogata al 24 ottobre 2016

Il 25 ottobre e 16 novembre 2016 è organizzato a Trento il corso di formazione "Infanzia e adolescenza transculturali" dalla Società Italiana di Medicina delle Migrazioni S.I.M.M. in collaborazione con il Gruppo Immigrazione e Salute – GrIS PA di Trento. Il corso si pone i seguenti obiettivi:

  • individuare gli indirizzi, gli interventi e le metodologie appropriate miranti a garantire percorsi di tutela sociosanitaria specifici ai minori stranieri e alle loro famiglie, anche nell’ambito di una più generale funzione di advocacy e di contrasto alle diseguaglianze;
  • conoscere i fattori socio-economico-culturali che possono influenzare l’accessibilità, accettabilità e aderenza alle cure, approfondendo le modalità di coinvolgimento dei minori e delle loro famiglie, nonché delle comunità nei processi di salute;
  • conoscere la rete di soggetti che cooperano, con diversi approcci, all’accoglienza dei migranti e all’organizzazione d’interventi socio sanitari finalizzati al loro benessere e alla loro integrazione, con particolare riferimento alle reti territoriali in un’ottica di sussidiarietà orizzontale.

La SIMM e il GrIS Trentino intendono, con questo evento, proporre uno spazio di riflessione attorno al tema della salute psicologica e sociale di bambini, ragazzi e famiglie migranti. A questo scopo è indispensabile interloquire tra diversi operatori e attori istituzionali con lo scopo di collaborare per costruire un contesto d'accoglienza sano per i minori le loro famiglie, e che con queste ultime devono costantemente interfacciarsi. Una parte del convegno sarà orientata a proporre metodologie nuove interessanti l’area della comunicazione e del lavoro di rete.

Sede: Centro Servizi Sanitari dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari - Viale Verona – 38123, Trento

Destinatari

Tutte le professioni sanitarie (Dirigenti medici chirurghi, Psicologi, Infermieri, Assistenti sanitari, Ostetriche, educatori professionali etc. etc.).

Altre figure: personale amministrativo, assistenti sociali, insegnanti e altri operatori sociosanitari delle strutture pubbliche, del privato sociale no-profit e del volontariato.

Numero massimo partecipanti 100

Accreditamento ECM: n.13 (Tredici) crediti ECM per tutti i profili professionali sanitari.

È stata inoltrata richiesta di accreditamento dell’evento per gli assistenti sociali presso l’Ordine Professionale Assistenti Sociali – PA di Trento.

Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del partecipante.


MODALITÀ D’ISCRIZIONE

La domanda di iscrizione va compilata on line sul sito SIMM entro il 20 ottobre 2016. PROROGA AL 24 OTTOBRE 2016.

L’iscrizione non sarà ritenuta valida fino al versamento della quota d’iscrizione tramite Bonifico bancario sul c/c intestato a Società Italiana di Medicina delle Migrazioni presso BANCA popolare ETICA CODICE IBAN IT61P0501804600000000142616. Viene richiesto di allegare il bonifico bancario al momento della compilazione del modulo online d'iscrizione

Si intendono ammessi a partecipare solo coloro che ne riceveranno comunicazione (sono ammesse sostituzioni da parte dei partecipanti).

La partecipazione all’Evento è soggetta alla disponibilità di posti. Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico fino al raggiungimento dei posti disponibili.

La quota d’iscrizione all’Evento è di:

€ 50,00 per i professionisti che richiedono i crediti ECM,

€ 40,00 per gli altri professionisti

La quota comprende: attestato, materiale didattico, pausa caffè.

Nel caso di cancellazione si avrà diritto al rimborso dell’importo versato. La disdetta da parte del partecipante dovrà pervenire alla segreteria Organizzativa dell’evento, tramite e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro il 18 ottobre 2016.

Per eventuali domande o informazioni ci si può rivolgere alla Segreteria Organizzativa scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 


Programma del corso

Modulo online iscrizione corso

Se siete soci SIMM, effettuate prima l'accesso al sito con le vostre credenziali, in modo da avere parte del modulo compilato con le informazioni di iscrizione alla SIMM.

Commenti (0) Visualizzazioni:: 1584

Hai trovato errori o refusi ti invitiamo a segnalarli al seguente link